Latte intero e falsi miti

La nutrizione funzionale considera i lipidi nutrienti indispensabili ed essenziali per l’organismo.

Nonostante le evidenze scientifiche, siamo ancora sommersi da slogan di prodotti “senza grassi” pubblicizzati erroneamente come più naturali e sani. La fobia verso tutti gli alimenti ricchi di grassi ha permesso all’industria di offrire sempre più prodotti “light” e dunque “più magri” o amici della linea. Il consumatore si aspetta che un alimento magro, ovvero con pochi grassi e dunque meno calorico, non contribuisca all’aumento di peso.

La realtà però è molto diversa ed è il caso di parlare del latte scremato e delle bevande vegetali sostitutive. Sono veramente più salutari? Spesso no.

In questo articolo la Dott.ssa Giulia Verdone approfondisce l’argomento e ci parla di “latte intero e falsi miti”.

Latte intero e latte scremato: un’analisi dei nutrienti

Analizzando i nutrienti delle singole bevande, vi sorprenderà sapere che il latte intero non ingrassa più di quello scremato; anzi, è esattamente il contrario. Latte e yogurt scremati vengono privati della frazione grassa e risultano quindi più alti in zuccheri ed acqua. Il grasso naturalmente presente nel latte, insieme alla vitamina D, che è liposolubile, è fondamentale per l’assorbimento del calcio.

Il latte intero risulta quindi una scelta più salutare e saziante sia dal punto di vista nutritivo che della linea, offrendo una sazietà prolungata.

Le bevande vegetali 

Le bevande vegetali, invece, sono ottenute macinando cereali, semi o legumi (riso, avena, soia) e, invece di contenere grassi sani, generalmente contengono più zuccheri, con un indice glicemico più alto, stimolando il rilascio di insulina.

Queste bevande sono più un piacere o un’alternativa per chi è intollerante al lattosio e non vuole rinunciare alle proprie abitudini, ma bisogna fare attenzione agli zuccheri in eccesso e distinguere tra le diverse tipologie di bevande vegetali.

Conclusioni

In conclusione, possiamo dire che latte, yogurt e formaggi “light” sono spesso più costosi, poco sazianti e possono portare ad un aumento del consumo complessivo di cibo, nonché ad un aumento del girovita. L’accumulo di grasso corporeo, specialmente quello addominale, dipende più dagli eccessi di zuccheri che dai grassi sani presenti negli alimenti.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


B-WOMAN Srl

Via dei Monti Parioli 6, 00197 Roma
PI e CF 14999761001
Pec: b-womansrl@legalmail.it
Mail: info@b-woman.it
www.b-woman.it

Tel: 06/92599080
Tel: 06/92599081
WhatsApp: 393-9259908

Orari

 Lun 09.30 – 18:00
 Mar 09.30 – 18:00
 Mer 09.30 – 18:00
 Gio 09.30 – 18:00
 Ven 09.30 – 13:30
 Sab – Dom Chiuso

Lavora con noi

B-woman cerca nuove figure professionali da inserire nel proprio team su ROMA – MILANO – TORINO

Inviare il proprio CV alla mail
collaboratori@b-woman.it

Copyright B-Woman 2022. All rights reserved.


Warning

: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.b-woman.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 308

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.b-woman.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 308